Diario Di Mix - Reloaded.

  • Ho fatto un nuovo mix http://picosong.com/Wi6p/

    Non ho curato molto i riverberi e i delay perché mi sono dimenticato ciò che avevo imparato e devo ripassare tutto.

    Penso, cmq, che meglio di così, a parte la cura della voce, degli effetti e del rullante non riuscirò più a progredire, e di aver raggiunto il mio "livello".

    Specialmente sulla batteria.


    Muzak Studio grazie dei consigli. Il miglioramento l'hai notato anche tu mi pare di capire. Bene!


    Avendo mixato molto in cuffia e provato molti plug-in in cuffia per molto tempo, adesso, anche quando carico qualcosa e non ne percepisco bene l'azione con i monitor, so quello che fa e posso permettermi di mixare un po' alla cieca, coi monitor, dove non sempre riesco a sentire tutto.

  • Ho fatto un nuovo mix. Ho scelto questa canzone perché è molto difficile, per me, da mixare. http://picosong.com/W74G/

    Il massimo che sono riuscito a fare è questo, non penso di poter fare molto meglio. A parte effetti curati meglio e automazioni.

    Ho cambiato approccio con gli EQ adesso li modifico in maniera molto più spartana: Alzo le medie, abbasso le basse, senza stare a vedere le armoniche, uso sì e no 2 o 3 bande. Punto.

    Ho anche provato un paio di compressori nuovi,

  • E' strano però, perchè il grafico ha una campanatura della q fissa sia per forma che per range di bande. Dovrebbe esser più difficile equalizzare senza essere troppo massivi nell' intervento.

    Mi capita di rado d'usare i grafici, uso più spesso i parametrici proprio perchè posso lavorarli come voglio, oltre al fatto che posso beccare in maniera quasi chirurgica le risonanze fastidiose variando la q a strettissima.

    Balto ma perchè non descrivi il procedimento che attui subito dopo aver steso e ordinato gli stems? Secondo me si fa prima a capire così se c'è qualcosa che puoi correggere nella tua impostazione del lavoro che possa magari facilitarti maggiormente per ottenere i risultati che auspichi.

    La mia impostazione è quella di pulire prima infrasuoni e frequenze fastidiose con dei passa alto passa basso e passa banda, poi comprimo un pochino per stabilizzare i livelli delle tracce, ed infine mi dedico a sends fx e spazializzazione del suono. Non ottengo risultati esagerati o eccellenti ma abbastanza coerenti e che non mi dispiacciono.


    Comunque il risultato che hai ottenuto non è affatto male.

  • Ne ho mixata un'altra http://picosong.com/vLai/ e penso di essere ulteriormente migliorato e di aver consolidato i progressi.

    Qualche buchetto qua e là c'è ancora nei mix. Il fatto è che non posso ascoltare bene e lavorare come si deve sull'immagine stereo per via dell'ambiente in cui mi trovo. Adesso provo a vedere se riesco a rimixare una di quelle precedenti venute malino e a portarle al livello delle ultime due, sarebbe fantastico.


    Cerulisina ciao e benvenuto sul diario.

    Se ho ben capito la domanda mi stai chiedendo che cosa ho cambiato per ottenere il miglioramento?

    3 cose sopra a tutte. 1 utilizzo eq grafici equalizzando in maniera sgraziata, non guardo mai minimamente il grafico (prima lo facevo, dato che per 2 anni le ho provate proprio tutte: dai monitors alle cuffie a diversi tipi di cuffia a tabelle eq armononiche contro armoniche, insomma, di tutto di più)

    2 utilizzo sin da subito una reference track.

    3 comprimo di meno, molto meno.

  • Ho fatto un nuovo mix: http://www67.zippyshare.com/v/gFt9IH1M/file.html

    Penso molto migliorato!
    Ho mantenuto la tecnica di equalizzare con massimo 3 bande e, ho cambiato approccio con gli effetti, anche qui adesso ne uso molti e con meno parsimonia e infine al posto di usare i compressori come glue sui grupppi ora uso gli eq che fanno da glue lo stesso ma senza processare esageratamente il tutto, e direi benino dai. Questa tecnica mi sta dando frutti.


    Delle chitarre avevo sole le DI e ho dovuto simulare un reamp.

    La voce è un po' stonata e non l'ho voluta intonare per scelta.