Messaggio di Simonluka

    Ciao ragazzi, qualche anno fa (mi pare nel 2012) la rivista Cubase Magazine permetteva di scaricare gratuitamente il plugin di Rob Papen RG-Muted. Purtroppo, dopo varie pulizie del computer, non lo trovo più.

    Qualcuno che l'ha conservato, sarebbe così gentile da farmi avere l'installer per Mac?

    Non c'è motivo di specificarlo, ma preferisco farlo: si tratta di un plugin FREE (credo sia la versione "ridotta" di RG), quindi non ci sono problemi di pirateria.

    Grazie

    Ciao Edo, il progetto Gattika nasce dalla collaborazione con una bimba molto brava (ha 12 anni) che stiamo "formando", sulla base di sonorità japan, tipo sigle di cartoni animati Manga a cui siamo tanto affezionati noi vecchietti (anni 70/80) :D Il genere è definito "j-pop" e stiamo cercando di crearne un filone un po' alternativo, cantato in italiano.

    Come hai notato, la voce è parecchio lavorata, anche per cercare un sound un po' diverso dal classico pop italiano

    E' un progetto ancora agli albori, ma contiamo di andare avanti con altri brani su cui stiamo lavorando


    Diabolik invece è un brano prodotto qualche anno fa per il mercato orientale (con la Saifam, un'etichetta che lavora parecchio con il Giappone).

    Devo dire che quest'ultima ha avuto un buon riscontro, soprattutto in Giappone dove questo genere va per la maggiore.

    Altra brano del genere (sempre fatto qualche tempo fa per lo stesso mercato) è questo:



    ;)

    Si ok. Ma, c'è innanzitutto da considerare il fatto che i mix delle colonne sonore SERIE (con il massimo rispetto per tutto il resto.... Ma qui mi riferisco a film di una certa "importanza", di livello internazionale, con budgets stratosferici) si mixano e finalizzano in ambienti creati ad hoc per lo scopo, ovvero in vere e proprie sale-cinema; e questo proprio al fine di adattare e plasmare il sound sull'ambiente in cui verrà riprodotto in modo esclusivo nel 99% dei casi. E, inoltre, da fonici che mixano materiale del genere quasi in via esclusiva e almeno da 30 anni, ovvero "specialisti" nell'approccio che non è esattamente quello utilizzato per mixare un "semplice" brano musicale (in Italia credo ce ne siano 2/3, ma magari mi sbaglio).

    Partendo da questo presupposto, "tutto il resto" (e, ripeto, con il massimo rispetto per qualsiasi tipo di lavoro) non potrà, per forza di cose, contare su determinati "accorgimenti" , per cui dovrà necessariamente "ripiegare" (passatemi il termine) su una produzione/studio/finalizzazione un po' più "classica" (spero di riuscire a rendere l'idea).

    Ecco, in questo ambito, credo che le regole siano sempre le stesse. E, personalmente, preferisco sempre stare ben lontano dallo 0, dando al tecnico di mastering una più ampia possibilità di manovra senza dover essere magari costretto a tirare giù il fader del master.

    Chiaramente è un mio personalissimo modo di lavorare.

    Digi, ho capito cosa vuoi dire e rispetto il tuo punto di vista. Ma continuo a non essere d'accordo.

    Credo che tutte le fasi, dalla ripresa al mastering, debbano essere trattate sempre ed assolutamente facendo il meglio del meglio, a prescindere dalla destinazione.

    Dire che, nel fare un mix/master destinato al cinema, ci si possa permettere di essere più "larghi" rispetto ad un prodotto destinato al "semplice" ascolto musicale, lo considero fuorviante e concettualmente errato.

    Un prodotto fatto BENE, suonerà BENE ovunque. Non a caso il test empirico fatto dal 99% degli addetti ai lavori o di semplici appassionati, è quello di ascoltarlo su più impianti possibile (studio personale, stereo di casa, automobile, ipod, ecc.).

    Prestare la massima attenzione ai picchi in ripresa (e, in linea generale, alla massima qualità in ripresa) è fondamentale. Per cui (ma parlo secondo la mia personalissima esperienza) ritengo preferibile stare piuttosto lontano dallo 0 digitale, prendendo come riferimento i picchi più alti dei un'esecuzione.

    Tra l'altro lavorando a 24 bit, non ci sono certo problemi di rumore di fondo anche stando bassi....

    Chiaramente è il mio punto di vista.

    Ciao!

    poi dipende anche dalla finalità d'utilizzo della musica, se è pensata per il cinema si possono lasciare delle dinamiche ampissime, se il brano è destinato ad un ascolto "casalingo" devi necessariamente sacrificare un pò di dinamica, magari dando una leggera compressione nei fortissimi e alzando un pò il volume sui piani e pianissimi.


    Invece io non capisco il senso di questa frase.

    La musica è musica e il mix serve a far si che suoni tutto in modo coerente e, possibilmente, nel miglior modo possibile. A prescindere dalla "destinazione" o dall'uso ("casalingo" o meno).

    Senza polemica ovviamente.

    Io farei in modo che, nelle parti più "forti", il picco massimo non superi i -6/-3 dB.

    Considera di lavorare moooolto bene con le automazioni di volume (che, a dirla tutta, è la compressione più neutra che esista), onde evitare di incasinare i suoni comprimendo in modo inadeguato (soprattutto considerato il particolare genere)

    Vendo coppia di monitor PMC TB-2SA II (ultima versione, con i finali rivisti e corretti) usati sempre e solo in studio no-smoke, con imballi originali.

    Presentano solo alcuni graffietti molto superficiali sulla parte superiore, ma per il resto sono in perfette condizioni.

    Il prezzo richiesto è di 1900 euro.

    Preferirei la consegna a mano, in modo che si possano anche provare qui in studio da me. Ma posso anche spedire.

    Mando foto a chi seriamente interessato

    Annuncio presente anche altrove



    Ciao tutti e grazie

    Vendo le seguenti licenze:

    - Avid Space
    170 euro + iLok tranfer fee.

    - Alliance BX OPTO (3 attivazioni) + OPTO PEDAL (3 attivazioni)
    100 euro + tranfer fee

    - Alliance STEREOMAKER (3 attivazioni)
    80 euro + tranfer fee

    - Alliance MAAG AUDIO EQ4 (3 attivazioni)
    90 euro + tranfer fee

    - Slate Digital Virtual Bus Compressor (2 attivazioni)
    90 euro + iLok tranfer fee

    Annuncio presente anche altrove.

    Grazie